DS 7 Crossback: motricità e sicurezza con Advanced Traction Control

Non solo prestazioni e stile, non solo prestigio e dotazioni al top, ma da adesso il

Ancora più Suv, più potente ed anche Hybrid e Hybrid plug-in

Arriverà appena dopo l’estate la nuova Kia Sorento e sarà più moderna e aggressiva nel look, con un tocco di sportività

Porsche Taycan 4S: sportiva, 4×4 integrale, elettrica

Presentata a settembre a Francoforte, la prima sportiva elettrica di Porsche, la Taycan, arriverà a breve anche in Italia

Jeep Gladiator: il Wrangler col cassone

Volevate il Wrangler pick up? Adesso ce l’avete, o meglio lo avrete nel 2020, perchè

Mercedes GLB 35 AMG 4Matic: tanti cavalli per la “familiare” cattiva a… 7 posti

Rieccoli quelli della AMG, la factory di famiglia Mercedes, che si sono “lavorati” l’ultimo compac Suv della casa della

OPEL Grandland X HYBRID4: 1+2 fa 4X4 e … 300 cavalli!

Con un motore termico e due elettrici l’ibrida plug-in di Opel realizza la trazione integrale inserendo nel ponte posteriore il più potente

Honda CR-V: ecco a voi l’ibrida!

Prendete l’ultima generazione della Honda CR-V, mettete sotto al cofano un 2.0 litri a benzina da 145 cv, abbinatelo

Subaru XV e-Boxer: la compatta sportiva Mild Hybrid a cui piace l’off road

L’elettrico piace a Subaru, soprattutto se è un Mild Hybrid d’avanguardia. Come quello della nuova

Audi Q7 TFSI e-Quattro: Hybrid Plug-In e tanti cavalli

E’ l’ultima e la più recente, almeno per ora, delle Audi “elettrificate”. Ecco la Audi Q7 in versione Hybrid Plug-In ovvero “ricaricabile” (sia con le prese domestiche

Nuovo GLA: un Suv con più carattere, più spazio, più sicurezza

Il nuovo GLA completa l’attuale generazione di compatte Mercedes-Benz come ottavo modello della gamma.

 

Land Rover Defender 90 2.2 TD4 SW

TRAZIONE MARCE ANGOLI OFF ROAD ALTEZZA DA TERRA
(attacco, uscita, dosso)
integrale permanente 6 normali, 6 ridotte 47° – 47° – 33° n.d.

12MY_Defender_074

Sotto il segno dell’off road più puro, ora anche Euro5

Intramontabile per definizione, non ha bisogno di presentazioni. E del resto il Defender non subisce alcuna modifica sostanziale da quando, nel 2007, è stato rinnovato; a parte il motore, visto che è proprio questa l’ultima novità in ordine di tempo introdotta nella gamma dell’inossidabile 4×4 inglese.

Renault Koleos 2.0 dCi 150 cv ESM Luxe Proactive

TRAZIONE MARCE ANGOLI OFF ROAD ALTEZZA DA TERRA
(attacco, uscita, dosso)
integrale inseribile 6 normali 27° – 31° – 21° n.d.

IMG_5962_2

Rivisitata dentro e fuori, la seconda serie della Renault Koleos ha guadagnato muscoli e personalità con la grande calandra in primo piano, l’aggiornamento dei gruppi ottici e dei paraurti e la plancia più moderna e funzionale. Per il resto nulla è cambiato: sotto, sotto la 4×4 francese rimane dunque identica al primo modello, con tanta sostanza giapponese presa in prestito dalla Nissan (a cominciare dalla nota trazione All Mode 4×4-i di X-Trail & C.). Il cofano nasconde un 2.0 litri common rail da 150 cv (ma il listino della Koleos prevede anche la versione da 175 cv), anch’esso condiviso con il marchio nipponico, accoppiato ad una trasmissione automatica a sei marce.

Nissan X-Trail 2.0 dCi LE

TRAZIONE MARCE ANGOLI OFF ROAD ALTEZZA DA TERRA
(attacco, uscita, dosso)
integrale inseribile 6 normali 29° – 23° – 20° 200 mm

IMG_6768

Fisico muscoloso e trazione affidabile

L’ultimo restyling gli ha regalato un frontale più armonico, ma sempre ben riconoscibile, e la tecnologia a Led per i gruppi ottici posteriori, oltre a qualche piccolo ritocco interno. Per il resto l’X-Trail è quello di sempre, e cioè motore 2.0 litri diesel da 150 cv (ringiovanito da una “cura” al sistema di iniezione e ai pistoni, per renderlo più efficiente) e sistema All Mode 4×4-i Nissan, che offre la possibilità di scegliere tra la trazione anteriore, il 4×4 a ripartizione proporzionale e quello con ripartizione fissa 50/50 per l’off road di un certo impegno.

Minerva T.T. 2.0 (Land Rover 80)

minerva025

Gemella quasi identica alla mitica Land Rover 80 ecco, in una versione ex esercito belga perfettamente restaurata, la prima Landy costruita su licenza al di fuori dei confini inglesi

L’immediato dopoguerra del secondo conflitto mondiale vede gli eserciti di molti paesi europei (e non solo gli eserciti, ma anche i civili, gli enti e le organizzazioni più diverse) recuperare il recuperabile delle innumerevoli Willys abbandonate sul territorio dagli alleati. Ed è anche il momento in cui, nel 1948, la Rover & Co. Ltd (così si chiamava) presenta al Salone dell’Auto di Amsterdam, in Olanda, la sua Land Rover, la mitica “80 pollici”, capostipite di una lunga e vigorosa stirpe di 4×4 inarrestabili.